Chiesa di San Fulgenzio

Esterno

La Chiesa di San Fulgenzio, collocata lungo l’ipotetico tracciato dell’antica Via Flaminia, venne più volte restaurata, sospesa al culto poi ripristinata. 

La chiesa intitolata dapprima a San Fulgenzio compatrono di Otricoli venne poi dedicata nel 1756 alla Madonna del Buon Consiglio, culto importato dal Cardinale Albani.

La sua ubicazione adiacente alla strada romana  suggerisce l’ipotesi che ospitasse le reliquie di S Fulgenzio, dei martiri Eleozimo, Nettario, Leopardo e Corona traslati nella cattedrale di S. Maria nel 1316.

L’edificio ha una pianta rettangolare con copertura lignea a due falde e campanile sul lato sinistro della parete di fondo. Nonostante la chiesa abbia un aspetto rurale, vi sono degli elementi di estremo interesse che fanno supporre si tratti di un corpo paleocristiano inglobato in un edificio di più recente costituzione, sul lato rivolto verso la strada vi sono tre archi di tre finestre ed un controarco con porta sottostante, traccia di un'altra finestra è sul lato opposto, mentre sulla parete di destra è presente un lacerto di affresco raffigurante la Vergine.
La facciata è caratterizzata da tre finestre, due di forma quadrangolare e una posta in alto rettangolare, il portale molto semplice ha alla base dei gradini realizzati con pietre di recupero.